Selezione Riciclo e Riutilizzo Industriale

  • Progetto
  • Ampliamento impianto di compostaggio
  • Posizione
  • Aprilia (LT)
  • Anno
  • 2021
  • Potenzialità di trattamento
  • 15.000 t/anno e 10 t/h
  • Operatività
  • 8 ore consecutive per 6 giorni lavorativi
  • Dimensioni impianto minimizzate
  • 25 metri di lunghezza per 7 metri in larghezza

REALIZZAZIONE DI UNA LINEA DI RECUPERO DEL SOVVALLO

La linea di produzione di CSS viene alimentata da tre diversi flussi provenienti da due distinte sezioni di impianto.

  • SOV1: sovvallo con dimensione maggiore a 80 mm in uscita originato dal sistema di pretrattamento della FORSU (Frazione Organica del Rifiuto Solito Urbano) che non ha ancora subito una fase di digestione.
  • SOV2: sovvallo con dimensione maggiore a 80 mm originato dalla vagliatura del materiale in lavorazione mediante compostaggio che ha subito la bio-ossidazione accelerata in due fasi, la prima in bio-tunnel ad aerazione forzata; la seconda su platea ugualmente insufflata, per un tempo totale di trattamento pari a 25-29 giorni.
  • SOV3: sovvallo con dimensione maggiore a 40 mm originato dalla vagliatura del materiale in uscita dai bio-tunnel appartenenti alla nuova sezione di compostaggio aerobico.

Il nuovo impianto realizzato da PAL può essere alimentato attraverso la linea esistente (SOV3) o tramite apposita tramoggia di carico mediante pala gommata (SOV1 e SOV2). È stato progettato per avere una certa flessibilità grazie anche al sistema di bypass che permette di gestire al meglio i fermi linea dovuti alle manutenzioni.

L’impianto di compostaggio dei rifiuti urbani e altri rifiuti non pericolosi a matrice compostabile di Aprilia è autorizzato con AIA regionale al recupero di materia ed energia dai rifiuti mediante digestione anaerobica e trattamento aerobico. PAL è intervenuto nella realizzazione di una linea di recupero del sovvallo a partire da diversi flussi provenienti dalle lavorazioni di due sistemi di trattamento biologico della Frazione Organica dei rifiuti solidi urbani. L’impianto, compatto perché costruito in 25 metri di lunghezza e 7 di larghezza, ha permesso di minimizzare gli ingombri, pur mantenendo agevoli le aree di manutenzione e gli accessi alle macchine. L’ambiente altamente corrosivo ha reso necessario l’utilizzo dell’acciaio inox e di altri materiali idonei per garantire durabilità nel tempo.

La linea di produzione del CSS è in grado di trattare la somma dei flussi per una potenzialità di trattamento complessiva pari a 15.000 t/anno, distribuito su 8 ore al giorno consecutive per 6 giorni lavorativi. Il CSS prodotto si divide in:

  • 47-52% per il flusso in ingresso da SOV1
  • 27-32% per il flusso in ingresso da SOV2
  • 11-16% per il flusso in ingresso da SOV3

È possibile fermare la nuova linea senza precludere il funzionamento della linea di vagliatura esistente.

 

Il processo di produzione segue le seguenti fasi:

  • una volta alimentato il processo, il materiale viene convogliato all’interno di un trituratore;
  • all’interno del trituratore avviengono la riduzione e ol’mogeneizzazione dimensionale del materiale;
  • il risultato viene pressato e ridotto in balle legate con filo plastico mediante una pressa e condotto alla filmatrice;
  • il prodotto finale viene convogliato agli impianti di termovalorizzazione.

 

L’impianto è stato costruito per garantire la supervisione e il controllo dell’intera linea di produzione sia sul campo sia dagli uffici.

Altre referenze

COSTRUZIONE DI UN IMPIANTO DI SELEZIONE DEL VETRO

REALIZZAZIONE DI UNA LINEA DI RECUPERO DEL SOVVALLO

COSTRUZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO A TERRA

IMPIANTO DI RECUPERO MATERIALI DA CAR FLUFF

IMPIANTO PER IL TRATTAMENTO DEI FANGHI

IMPIANTO DI COGENERAZIONE DA BIOMASSE

IMPIANTO DI PULIZIA DEL LEGNO RICICLATO

INSTALLAZIONE DI UNA LINEA PER LA PELLETTIZZAZIONE DEI MATERIALI

IMPIANTO DI SELEZIONE AUTOMATICA DEI RIFIUTI

Vuoi saperne di più?

    get in touch

    Thanks for your request Shortly, the commercial department will contact you for understanding your needs go to website